Lazio: Nesta è il punto di riferimento per Romagnoli

Scritto da Alex Bianchi  | 

La Lazio dopo un lungo corteggiamento è riuscita ad assicurarsi il difensore centrale Alessio Romagnoli. Il giocatore, che era in scadenza di contratto con il Milan, ha accettato di fare ritorno nella Capitale dopo avere già indossato la maglia della Roma. Proprio il neo acquisto dei biancocelesti ha fatto il punto su quello che si aspetta con la Lazio.

"Credo si sia realizzato il mio sogno di quando ero bambino, che non volevo giocare in Serie A, ma nella Lazio. Mia nonna, a cui ero molto legato, tifava Lazio. Così come mio papà. Arrivare qui penso sia stata l'emozione più grande della mia vita, sicuramente sportiva, ma della vita in generale. Indossare questa maglia per me vuol dire coronare quello che sognavo da bambino. Credo che non ci sia nulla di male a manifestare la propria fede. Anche se uno ha giocato per tanti anni in una squadra se porta rispetto e dà il proprio meglio alla squadra per cui sta giocando, può dichiarare tranquillamente quella per cui tifa. Come feci io diversi anni fa", ha detto il giocatore. 

"Andare via dalla Roma per me è stato un passo molto importante, perché andavo in un grande club come il Milan e mi sono sentito libero di esprimere per chi tifo. La maglia numero 13? Me la porto dietro da tanti anni. Io penso che Nesta sia stato il più forte difensore di tutti i tempi, nessuno sarà mai come lui per quello che ha rappresentato alla Lazio e al Milan. È un qualcosa di irripetibile", ha poi aggiunto Romagnoli.


💬 Commenti