Arianna Criscione: addio al calcio giocato tra qualche rimpianto

Scritto da Alex Bianchi  | 

Arianna Criscione, portiere del Paris Saint-Germain in quest'ultima stagione, ha deciso di chiudere la propria esperienza con il calcio giocato, una scelta nata anche dal fatto che per lei quello di calciatrice non è l'unico impegno professionale. L'italo-americana, nata in California, è Sponsorship Manager e sicuramente proseguirà a lavorare nel calcio anche se fuori dal campo.

Cresciuta negli Stati Uniti dove ha vestito le maglie di squadre di college come UCLA e Boston poi Arianna è arrivata in Italia (nel 2009), dove con la maglia della Sassari Torres Calcio ha vinto 3 Campionati Italiani di Serie A, 1 Coppa Italia e 4 Supercoppa Italiana. Per lei, inoltre, va ricordato in periodo in azzurro, visto che tra il 2011 e il 2014 ha indossato la maglia della Nazionale Italiana Femminile.

Ora Criscione è arrivata alla fine di un percorso spiegando: "Rimpianti? A volte penso che avrei voluto lasciare l’Italia prima ma siccome mi ritrovo a finire la mia carriera e quest’anno mi ritirerò giocando per il PSG, penso sia davvero difficile dire che non ho scelto la strada giusta. Penso anche che avrei potuto fare di più con l’Italia e per l’Italia. Ma sono molto contenta di come sia andata la mia carriera che è stata straordinaria e il calcio mi ha dato molto, quindi penso che sia anche sciocco lamentarsi di ciò che è accaduto o meno".


💬 Commenti