Cagliari: Mazzarri consapevole che c'è molto da fare

Scritto da Alex Bianchi  | 

La sconfitta interna con l'Empoli ha rovinato l'esordio di Walter Mazzarri sulla panchina del Cagliari nella sfida di fronte al pubblico amico dello stadio Sant'Elia. Il tecnico livornese ha spiegato che, dopo il 2-2 di Roma contro la Lazio, la squadra isolana ha la necessità di lavorare e crescere.

"C’è da lavorare tanto. Mi dispiace per il pubblico: sono venuti a Roma a sostenerci per vedere quella partita contro la Lazio e in casa invece hanno visto cose diverse. Avevamo il freno a mano tirato, il merito è dell’Empoli. I ragazzi erano affranti. Dobbiamo riprenderci per fare una partita del tutto diversa contro il Napoli. I ragazzi hanno speso tanto nella partita contro la Lazio. Ero convinto che dopo due giorni la squadra non avrebbe sofferto, invece ho visto male", ha detto Mazzarri. 

L'allenatore ha anche aggiunto: "Cercherò di tirarli su e di lavorare da tutti i punti di vista. Giocare ogni tre giorni non è facile. Difesa a tre? Bisogna essere camaleontici. Anche a partita in corso si può cambiare modulo. Peccato, abbiamo avuto qualche occasione, ma non le abbiamo sfruttate. Ci è mancata la fortuna, ma la verità è che l’Empoli ha davvero giocato bene. Devo capire perché dopo tre giorni i giocatori si siano trasformati così".


💬 Commenti