Calciomercato Milan: Maldini blocca le operazioni

Scritto da Fabio Semprini Cesari  | 


E' ormai evidente la necessità di chiarezza in casa rossonera, con il Direttore tecnico Paolo Maldini che prima della partita con il Torino ha dichiarato che la stella cometa della società è la sostenibilità quindi il Milan a Gennaio non effettuerà operazioni in entrata. Una dichiarazione dal doppio sapore, amarissimo, per i tifosi dovuta alla visione di limiti a livello numerico di giocatori in rosa e per la squadra stessa che non sente la tutela da parte della società.

Dopo l'agoniato e voluto rinnovo di Bennacer e la chiusura della Fiction televisiva riguardante il contratto di Rafael Leao che dovrebbe a breve prendere la medesima direzione, il Milan deve decidere cosa fare. Ci si aspettava in estate un mercato qualificativo, con innesti di livello per potersi confermare e andare con vedute diverse in Europa, invece le scelte fatte si stanno rivelando scommesse non vinte con a capo su tutti di Charles De Ketelaere che anche se sostenuto e coccolato sta facendo molta fatica.

E' netta l'evidenza del precario stato fisico di Origi e Rebic che ancora ad oggi in termini di minuti giocati sono latitanti. In attacco il "Diavolo" sta spremendo come non mai Olivier Giroud non avendo cambi a disposizione, un limite evidente sia per tifosi che per avversari, ad oggi tra club e nazionale vanta già trenta partite giocate forse un po' troppo per un trentaseienne attaccante che pur dimostrando talento e attaccamento alla maglia non può fare i miracoli.

Stessa situazione di incertezza per il compagno di reparto Zlatan Ibrahimovic per il quale ad oggi non si ha una data certa di rientro, incominciando a pensare che forse l'età stia facendo il suo corso. La Supercoppa italiana di Mercoledì 18 Gennaio alle 20:00 a Riyadh sarà il primo, ma determinante obiettivo dell'anno dove la squadra con mister Stefano Pioli in testa si giocherà anche una parte di futuro. Vincere significherebbe alimentare un progetto dove la società deve investire perchè ambizioni e risultati lo consentono, perdere potrebbe voler dire che questo Milan più che alla cometa assomiglia ad una stella cadente, dove un desiderio si è avverato ma nulla di più. 


💬 Commenti