Europa League: Milan-Celtic 4-2, rossoneri qualificati ai sedicesimi

Scritto da Alex Bianchi  | 

Il Milan si qualifica per i sedicesimi di finale di Europa League grazie a una partita tutta grinta nonostante un inizio decisamente deficitario. I rossoneri, con Stefano Pioli nuovamente in panchina, partono molli e dopo appena sette minuti si ritrovano in svantaggio per colpa di Rogic, ma soprattutto per una distrazione clamorosa tra Donnarumma e Krunic.

Passano appena sei minuti e il Celtic raddoppia: questa volta a segno ci va Edouard. Milan alle corde? Assolutamente no visto che i padroni di casa trovano una reazione forse inaspettata. Al 24', infatti Calhanoglu accorcia le distanze mentre Castillejo dopo altri due minuti trova il gol del momentaneo 2-2.

Nella ripresa la rete del sorpasso la sigla Hauge al minuto 50. A otto dal termine Brahim Diaz segna il definitivo 4-2. I tre punti conquistati e la contemporanea vittoria del Lille sullo Sparta Praga spingono il Milan ai sedicesimi del torneo con un turno di anticipo.
Classifica: Lille* 11, Milan* 10, Sparta Praga 6, Celtic 1.
*qualificate ai sedicesimi.

IL TABELLINO
MILAN-CELTIC 4-2
Marcatori: 7' Rogic (C), 14' Edouard (C), 24' Calhanoglu (M), 26' Castillejo (M), 50' Hauge (M), 82' Brahim Diaz (M)
MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Kjaer (11' Romagnoli), Gabbia, Hernandez; Kessie (16' st Bennacer), Krunic (1' st Tonali); Castillejo, Calhanoglu (16' st Brahim Diaz), Hauge; Rebic (38' st Colombo). A disp.: Tatarusanu, A. Donnarumma, Calabria, Kalulu, Maldini, Duarte, Saelemaekers. All.: Pioli
CELTIC (4-2-3-1): Barkas, Elhamed, Bitton, Ajer, Laxalt, McGregor, Brown (33' st Soro), Christie, Rogic (22' st Ntcham), Frimpong, Edouard. A disp.: Bain, Hazard, Jullien, Taylor, Al. Ajeti, Kimala, Henderson, Welsh. All.: Lennon
Ammoniti: Christie (C), Rogic (C), Brown (C)
Espulsi: nessuno
Arbitro: de Burgos Bengoechea (Spagna)


💬 Commenti