Juventus: McKennie e i problemi in bianconero

Scritto da Stefano Ceccarelli  | 

Weston McKennie, giocatore ventiduenne che la Juventus ha portato in Serie A con grande sorpresa, nella sua prima stagione in maglia bianconera ha dimostrato di essere sicuramente un top player, con 46 presenze e 6 reti complessive, tanto che la dirigenza ha deciso di riscattarlo dai tedeschi dello Schalke 04.

Il centrocampista texano ha parlato della sua vita torinese raccontando: "Ovviamente la Juventus è il club più grande d’Italia e quindi ogni volta che vado in città, cosa che non faccio spesso, vengo fermato forse ogni dieci metri. Uscire è una delle cose che mi piace di più fare, perché amo interagire con le persone, ma mi piace anche godermi la mia privacy. Anche se indosso maschera e cappuccio, la gente mi riconosce".

Mckennie ha aggiunto: "Qui a Dallas ogni tanto qualcuno mi riconosce ma io cerco di andare avanti, in Italia ti inseguono per duecento metri, entrano nei negozi nei quali sei entrato, ti mettono all’angolo e ti scattano foto. E’ una cosa che fa parte del mio lavoro, ma io vorrei godermi una passeggiata o portare fuori i cani. In Italia anche i miei cani riconoscono, quindi è un po’ più difficile uscire".


💬 Commenti