Quello che soltanto in apparenza potrebbe sembrare un campionato come tanti, in realtà ha offerto tantissimo spettacolo e nuovi record nel palinsesto delle scommesse sportive e nelle statistiche della classifica finale, perché sono varie le curiosità che hanno fissato nella storia del calcio, la stagione di Serie A 2023 – 2024. Non ci credi? Allora ecco una bella scorpacciata per superare l'esame di storia del calcio con gli amici. 

L'Inter aggiunge la seconda stella sulla divisa

Partiamo dalle curiosità semplici che saltano subito all'occhio, perché quello dei Nerazzurri è stato il ventesimo scudetto, che garantisce la seconda stella sulla divisa, simbolo di ogni 10 titoli vinti.

Il Bologna torna in Champions League

I 68 punti ottenuti con 18 vittorie e 14 pareggi hanno lanciato il Bologna in Champions League dopo sessant'anni, infatti, l'ultima apparizione in Coppa dei Campioni dei Rossoblù risale al 1964, anno dell'ultimo scudetto: il settimo. 

Il Frosinone fa tre retrocessioni su 3

I Ciociari sono riusciti tre volte a raggiungere la massima categoria ma non hanno mai agguantato la salvezza, tornando sempre in Serie B. Con l'ultima retrocessione nei minuti finali, il Frosinone ha fissato il suo record personale del 100% di retrocessioni dalla massima categoria alla serie cadetta. 

I migliori calciatori di Serie A

Quest'anno ci sono state tantissime sorprese e una di queste è stata sicuramente Zirkzee, che ha trascinato il Bologna nella top 5, votato dalla Lega Serie A come migliore under 23. 

Lautaro Martinez ha vinto il premio MVP, ossia il giocatore con il miglior valore, oltre alla classifica marcatori, mentre il miglior attaccante è stato Vlahovic. Calhanoglu ha trionfato come miglior centrocampista, trascinandosi con sé un altro record ancora più prezioso che tra qualche paragrafo scopriremo. 

Il Napoli è il peggior campione d'Italia di sempre

I Partenopei non sono stati protagonisti nel palinsesto delle quote bet di Serie A su Betfair per via delle loro pessime prestazioni, score negativo che ha incoronato il Napoli come peggior campione d'Italia in assoluto con soli 53 punti in 38 gare. I Partenopei hanno chiuso il campionato alla decima posizione e con nessuna qualificazione nei tornei UEFA. 

Il Torino è campione di under 0.5

Quest'anno il Torino ha messo il record soporifero di under 0.5, terminando ben 9 match su 38 con il risultato di 0 – 0. Non è un record assoluto, ma sicuramente rappresenta uno dei fattori che ha fissato nella storia del calcio questo campionato di Serie A. 

Calhanoglu insegue il record di rigori consecutivi segnati

Il record assoluto di rigori consecutivi segnati apparteneva soltanto a Giampaolo Pazzini, che riuscì qualche anno fa a realizzare dal dischetto un filotto di 16 gol senza mai sbagliare. 

Con il rigore segnato al Torino il 28 aprile 2024 nella splendida doppietta che ha regalato ai Nerazzurri la stella numero 20, Hakan Calhanoglu ha raggiunto il "Pazzo" a quota 16 gol consecutivi su calcio di rigore. Nella prossima stagione, l'asso turco potrebbe fissare il record assoluto della categoria. 

Il Sassuolo retrocede per la prima volta in Serie B

Dalla sua promozione in Serie A qualche anno fa, il Sassuolo non era mai retrocesso e poteva vantare questo simbolico ma significativo record. Quella di quest'anno per i Neroverdi è stata la prima retrocessione dopo aver agguantato la massima categoria nel 2013. 

Ultima curiosità fra le curiosità, il Sassuolo è stato l'unico club a battere i campioni dell'Inter in campionato e per ben due volte: sia all'andata che al ritorno.


💬 Commenti

Calcioline.com è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 1289/2009.

Alcune foto di questo blog e del relativo profilo e/o sito sono state reperite sul web.
Ove fosse stato violato il diritto di copyright, prego i proprietari di darne avviso alla mail [email protected] per la relativa rimozione.

Ogni testo e foto di proprietà di Calcioline.com non possono essere copiati o riprodotti, senza autorizzazione, ai sensi della normativa n.29 del 2001.

Powered by Slyvi