Da ieri Alex Cordaz è ufficialmente un nuovo giocatore dell'Inter. Il portiere ha lasciato il Crotone per accettare la proposta del club campione d'Italia anche se il suo ruolo sarà quello di vice di Samir Handanovic. Il classe 1983 ha però voluto dire grazie a tutto l'ambiente calabrese.

L'estremo difensore ha sottolineato: "L'unica cosa che mi sento di dire è grazie. In primis a questo signore di fianco (il presidente, ndr) che mi ha fatto diventare uomo, mi ha fatto realizzare come uomo, ha permesso di realizzare i miei sogni e quelli della mia famiglia. Mi ha accolto come un figlio, non avrei mai lasciato Crotone, non sarei mai andato in nessun altra squadra e altre chiamate ci sono state, ma mai ci siamo parlati per discuterne. Questa è stata una chiamata diversa, l'Inter è la mia squadra del cuore, che mi ha preso, mi ha messo al mondo, mi ha fatto crescere". 

"Ci siamo seduti e nessuno dei due riusciva a decidere ed alla fine è venuta fuori in maniera spontanea perché abbiamo capito che era la cosa migliore da fare per me e per il Crotone. Sono orgoglioso di aver fatto questo cammino, era il modo migliore per dirci arrivederci. Voglio ringraziare tutti quanti, dovrei nominarli tutti perché sono stati parte di me, nella buona e nella cattiva sorte. Voglio dire grazie, ma un grazie che ti riempie la bocca ed il cuore. È difficile parlare di Crotone perché è stato un percorso emotivamente importante. Crotone è forza, è speranza, è orgoglio. Tutte queste belle parole le abbiamo trasformate in fatti", ha detto Cordaz.


💬 Commenti

Calcioline.com è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 1289/2009.

Alcune foto di questo blog e del relativo profilo e/o sito sono state reperite sul web.
Ove fosse stato violato il diritto di copyright, prego i proprietari di darne avviso alla mail [email protected] per la relativa rimozione.

Ogni testo e foto di proprietà di Calcioline.com non possono essere copiati o riprodotti, senza autorizzazione, ai sensi della normativa n.29 del 2001.

Powered by Slyvi