Inter: il progetto è un ridimensionamento obbligato

Scritto da Simone Beltrambini  | 

Dopo undici anni l'Inter è tornata a vincere lo scudetto, un sogno divenuto realtà grazie al lavoro maniacale di un tecnico di qualità come Antonio Conte. Ma con l'addio inatteso, ma non troppo, del leccese, ecco venire meno le fondamenta di un progetto tecnico che era appena al suo unizio.

Ora la dirigenza nerazzurra, causa la posizione di indebitamento della società, dovrà fare in modo di tagliare il maggior numeri di costi e ripianare il bilancio almeno per la cifra di 100 milioni di euro. Non sarà facile, ma il progetto di ridimensionamento è iniziato. Il Presidente Steven Zhang non si sta fermando davanti a nulla e nessuno e anche il mercato subirà grosse ripercussioni.

In merito ha preso la parola l'Amministratore delegato corporate dell’Inter, Alessandro Antonello, che ha sottolineato: "C'è un progetto, una strategia, chiaramente ogni tanto serve rivedere i programmi. Nella nuova stagione riusciremo a garantire una performance sportiva all’altezza dei campioni d’Italia. Scudetto? L’obiettivo è figurare sempre nelle prime posizioni, sarà una competizione sempre più difficile perché le altre squadre si rinforzano; vogliamo dare stabilità e continuità al club, la situazione non è semplice non solo per l’Inter".


💬 Commenti