Stefano Pioli, prima di Samp - Milan, conferenza stampa

Scritto da Redazione  | 

Ecco le parole di Stefano Pioli nella classica conferenza stampa prima di Sampdoria Milan.

"Troveremo un avversario solido che ha una buona identità, motivatissimo perchè arriva da una sconfitta. Sappiamo quello che ci aspetta."

"È arrivato il momento di Origi, sta meglio e ha avuto continuità di allenamenti. La sua condizione è migliorata, ha bisogno di giocare e credo sia un ottimo giocatore."

"Dest? Ho trovato un giocatore che conoscevo, lo seguivamo nelle passate stagioni. L’ho trovato più attento in fase difensiva di ciò che pensavo, a Salisburgo è stato molto attento e deve fare di più con la palla. Con la qualità che ha può ribaltare l’azione e saltare l’uomo, ci può dare tanto. A lui piace giocare anche a sinistra, vedremo. A questi giocatori arrivati all’ultimo bisogna dargli tempo, è un giocatore giovane ma già pronto con esperienza internazionale."

"Non mi piace la parola TURNOVER, per voi sono i titolari gli 11, per me non è così. Sono sicuro di avere un gruppo di giocatori molto forti, che danno il massimo e che quando chiamati in causa daranno il loro apporto. Quella che schiererò domani è la formazione migliore, vado avanti per ciò che sento. Il continuare o no con certe situazioni dipende dalle loro prestazioni."

"Rebic ha un dolore alla schiena forte. Sta facendo le cure necessarie, non siamo riusciti a togliergli questo dolore che non gli permette di lavorare insieme alla squadra."

"Cambiare modulo? In questo momento no, non ho provato Adli mezzala. Non è un atteggiamento percorribile."

"Mi è piaciuto come Pobega è entrato martedì, con vigore e forza. È andato due volte alla conclusione, ha una bella botta col sinistro. È in crescita, è un ragazzo su cui puntiamo. Come trequartista? Si può tutto, per vincere si devono cercare nuove soluzioni. Difficile che le cose dell’anno scorso si possano ripetere, gli avversari ci conoscono. Non sono mancati gli equilibri, in alcune occasioni la qualità dell’avversario e del singolo fa la differenza. Faremo di tutto per arrivare alle prestazioni e ai risultati."

"SAELEMAEKERS Ha giocato bene a Salisburgo, non ha forzato le situazioni su cui non doveva. La prestazione è stata discreta, non grigia. Domani proveremo a fare meglio."

"La posizione di Diaz e di De Ketelaere è la stessa, sanno che devono accompagnare il centravanti e farci manovrare bene. Le caratteristiche individuali cambiano, non le nostre posizioni."


💬 Commenti