Juventus a pezzi: Pirlo senza alternative, stagione segnata?

Scritto da Simone Beltrambini  | 

La Juventus che partiva per conquistare il suo decimo scudetto consecutivo, ha dimostrato fin da subito di dovere affrontare una serie di problemi che a questo punto della stagione si sono rivelati insormontabili. In principio il problema era una squadra praticamente nuova, epurata dei giocatori più esperti e fatta principalmente da giovani emergenti, poi, successivamente, si sono anche palesati limiti a livello numerico.

Infatti i risultati non proprio esaltanti di questa gestione vanno ricondotti anche agli infortuni, sempre troppi. Basti pensare che nella sfida di campionato in casa dell'Hellas Verona il tecnico bresciano è stato costretto a portare in panchina ben nove giocatori della Juventus Under-23 (compresi i 'promossi' Frabotta e Dragusin).

Ecco così spiegata una squadra che nell'era dei cinque cambi non è stata in grado di andare oltre le due sostituzioni (con gli ingressi di Mckennie e Di Pardo). La rosa bianconera è il frutto di scelte societarie sbagliate, a cominciare dall'attacco che ha lasciato Andrea Pirlo con una coperta troppo corta per affrontare sfide ogni tre giorni. E se si pensa che l'unica certezza rimane un certo Cristiano Ronaldo, alla veneranda età di 36 anni, ecco allora chiarite molte cose. 

La dirigenza dovrà ora fare un 'mea culpa' e delle valutazioni importanti in quella che appare come la più classica delle stagioni di transizione. Nella prossima estate saranno necessari interventi mirati che cancellino tutti gli errori degli ultimi mesi e che possano garantire alla squadra ricambi di qualità in tutti i settori del campo. 

Appare evidente che serviranno acquisti con la "A" maiuscola sia in attacco che a centrocampo, per garantire nuovamente una Juventus vincente a livello europeo e chiaramente anche in campionato. Di fatto la stagione è segnata con uno scudetto che sta volando verso Milano, sponda nerazzurra, e con la "Vecchia Signora" che, dopo avere vinto la SuperCoppa italiana, cercherà di consolarsi puntando anche alla Coppa Italia. Andrea Pirlo è arrivato a Torino al momento sbagliato, ma sicuramente non tutto il lavoro fatto sarà da buttare.


💬 Commenti