Calciomercato Inter: Timo Werner pronto al trasferimento

Il presidente dell’Inter, Steven Zhang, dopo un’ottima stagione con Antonio Conte in panchina, deve pensare a come completare la rosa per fare dei nerazzurri la squadra da battere. La direzione è quella giusta, ma adesso servono i colpi di mercato decisivi per annullare definitivamente il gap dalla Juventus.

Per farlo l’Amministratore delegato Beppe Marotta starebbe preparando alcune operazioni in entrata di grande qualità. Una di queste potrebbe riguardare l’attaccante tedesco Timo Werner, giocatore che ha annunciato il suo prossimo addio al Lipsia e alla Bundesliga. Il calciatore, che piace anche a Real Madrid e Juventus, ha aperto al mercato pronto a vagliare le offerte.

Il nazionale tedesco ha sottolineato: “Preferirei andare all’estero piuttosto che trasferirmi in Baviera. Affrontare una nuova sfida in un altro campionato mi piacerebbe di più rispetto ad un cambiamento all’interno della Bundesliga. E, naturalmente, sarà importante anche il fatto che l’apprezzamento nei miei confronti sia massimo. Ecco perché a suo tempo decisi di approdare all’RB Lipsia e per questo motivo per il mio prossimo passo sceglierò quella piazza dove proverò la stessa sensazione“.

Werner, nonostante un contratto con scadenza a Giugno 2023, potrebbe lasciare il suo attuale club a fine stagione. Chiare, infatti, sono state le dichiarazioni del Direttore sportivo del Lipsia, Oliver Mintzlaff, il quale ha chiarito: “Se non riusciamo a giocare fino alla fine del campionato, non possiamo assolutamente fare i conti con nuovi trasferimenti. Dobbiamo vendere prima di acquistare, ma venderemo in misura limitata. Abbiamo una buona squadra. Conosciamo i termini dei contratti dei nostri giocatori e personalmente li conosco molto bene, soprattutto quelli dei nostri migliori calciatori. Non vogliamo cedere i migliori al di sotto del loro valore. Non prendiamo in considerazione l’ipotesi che i nostri calciatori lascino il club gratuitamente. È il caso di Timo Werner. Ho in mente gli aspetti economici“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *