Champions League: Napoli-Genk 4-0, Milik tris e ottavi conquistati

Un Napoli determinato ha vinto il proprio match di Champions League, ultimo turno del raggruppamento, e si è qualificato per gli ottavi di finale della manifestazione. La squadra, agli ordini di Carlo Ancelotti, è riuscita a dare dimostrazione di carattere in occasione del momento più importante, quello contro il Genk.

Bene, anzi, benissimo, il ritrovato Arek Milik mattatore della serata con una tripletta. L’attaccante polacco prende subito le misure all’estremo difensore avversario imbucandolo dopo appena tre giri di lancette. L’ex Ajax ci prende gusto e così al 26′ arriva il raddoppio. Ma non è finita visto che il giocatore azzurro trasforma anche un calcio di rigore al 38′.

Per il Genk è notte fonda e i partenopei sentono vicina la qualificazione. Nella ripresa, al 75′, gli azzurri arrotondano ancora su calcio di rigore, ma questa volta a trasformare dagli undici metri è Mertens. Eroe in negativo Vandevoordt, portiere dei belgi, che non fa certo una bella prestazione, soprattutto inaugurando la sua serata no con la papera sull’1-0 del Napoli.

IL TABELLINO
NAPOLI-GENK 4-0
Marcatori: 3′, 26′ e 38′ rig. Milik (N), 75′ rig. Mertens (N)
Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (33′ st Llorente), Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (27′ st Gaetano); Milik (34′ st Lozano), Mertens. A disp.: Ospina, Luperto, Elmas, Insigne. All.: Ancelotti
Genk (4-3-3): Vandevoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre (37′ st Neto Borges); Hrosovsky, Berge, Ito (27′ st Hagi); Paintsil, Onuachu, Samatta (18′ st Bongonda). A disp.: Coucke, Wouters, Odey, Ndongala. All.: Wolf
Ammoniti: Vandevoordt (G), De Norre (B), Mario Rui (N), Koulibaly (N), Paintsil (G)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Cakir (Turchia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *