Juventus Women: Eniola Aluko spiega l'addio alle bianconere

Eniola Aluko, ex attaccante della Juventus Women, ha parlato e chiarito il motivo del suo addio alla formazione torinese. La calciatrice nigeriana naturalizzata britannica è in cerca di un nuovo progetto tecnico. Dopo la stagione 2018-2019 in cui ha vinto scudetto e Coppa Italia con la maglia juventina, la giocatrice ha deciso di andarsene.

Si è parlato di un problema legato al razzismo, molto forte, percepito dalla classe 1987 di Lagos, ma la diretta interessata ha negato che la sua scelta di chiudere l’esperienza alla Juventus sia dipeso da questo. Attraverso il suo profilo Instagram l’attaccante ha spiegato: “Il mio pezzo sul Guardian è una riflessione sui miei 18 mesi alla Juve. La vita è piena di esperienze belle e brutte. Io ho parlato di entrambe. Ripeto, vestire la maglia bianconera per un club storico come la Juventus è un privilegio. Mi sento privilegiata per aver visto molte parti dell’Italia che sono alcuni dei posti più belli del mondo e per aver incontrato italiani splendidi, gentili e di mentalità aperta“.

Aluko, 15 gol in 28 partite con la Juventus Women, ha aggiunto: “Io non lascio la Juve per il razzismo, lo faccio per tante ragioni che ho raccontato sia positive che negative, in questo eccitante momento della mia vita con tante opportunità per il futuro. Vi invito a leggere la mia rubrica con equilibrio e capirete che sono solo esempi di esperienze sia positive che negative che ho avuto anche nella mia patria, l’Inghilterra“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *