Champions League: Borussia Dortmund-Inter 3-2, nerazzurri rimontati

L’Inter di Antonio Conte non è riuscita nell’impresa. Nel quarto turno di Champions League i nerazzurri avevano la necessità di fare risultato in casa del Borussia Dortmund, ma dopo uno straordinario primo tempo la squadra italiana è rientrata in campo cedendo alle offensive dei padroni di casa.

I ragazzi di Conte hanno iniziato al meglio il match grazie al vantaggio di Lautaro Martinez, bravo a mangiarsi tutta la difesa tedesca e ad infilare Burki dopo soli cinque minuti. Al 40′, poi, il gol di Matias Vecino per il 2-0 parziale. Nella ripresa i nerazzurri entrano in campo più contratti e il Dortmund trova l’1-2 con Hakimi.

L’Inter appare in difficoltà e la formazione di Favre trova il pari con Brandt. Ma non è finita perchè la squadra interista crolla definitivamente a tredici dalla fine subendo ancora l’offensiva del difensore Hakimi, bravo a mettere a segno la doppietta personale e il quarto gol in Champions League. A questo punto l’Inter prova una reazione, ma è troppo tardi e a fare festa sono i tedeschi. Contro Slavia Praga e Barcellona ora serviranno due vittorie altrimenti sarà eliminazione.

IL TABELLINO
BORUSSIA DORTMUND-INTER 3-2
Marcatori: 5′ Lautaro Martinez (I), 40′ Vecino (I), 51′ Hakimi (B), 64′ Brandt (B), 77′ Hakimi (B)
Borussia Dortmund (4-2-3-1): Burki; Hakimi, Akanji, Hummels, Schulz; Weigl, Witsel; Sancho (37′ st Piszczek), Brandt, Hazard (43′ st Guerreiro); Gotze (19′ st Alcacer). A disp.: Oelschlagel, Zagadou, Delaney, Dahoud. All.: Favre
Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Vecino (23′ st Sensi), Biraghi (21′ st Lazaro); Lukaku (28′ st Politano), Lautaro Martinez. A disp.: Padelli, Bastoni, Borja Valero, Esposito. All.: Conte
Ammoniti: Biraghi (I), Skriniar (I), Candreva (I), Hazard (B)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Makkelie (Olanda)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *