Barcellona: Neymar possibile anche grazie a un sacrificio

Il Barcellona e il presidente Josep Bartomeu vogliono riportare l’attaccante brasiliano Neymar a casa. Il progetto, almeno secondo le indiscrezioni, prevederebbe una operazione a titolo definitivo già programmata per la prossima estate. Il Paris Saint-Germain, seguendo il pensiero del suo proprietario, è pronto a privarsi del calciatore.

Come potrebbe avvenire il passaggio di Neymar nuovamente in maglia blaugrana? Il club spagnolo starebbe pensando ad un acquisto diviso tra un importo cash e una parte definita da contropartite tecniche: il nome più pesante che gli azulgrana sono pronti a mettere sul piatto come merce di scambio è quello di Antoine Griezmann.

D’altro canto, però, gli stessi giocatori della rosa del club iberico, pur di veder tornare “O’Ney” sarebbero pronti a un sacrificio.Lo ha dichiarato personalmente Gerard Piqué che ha confermato quanto accaduto la scorsa estate: “Presentammo una proposta al presidente Bartomeu: eravamo pronti a ritoccarci il contratto per aggiustare le questioni legate al fair play finanziario e, di conseguenza, avere la possibilità di far tornare Neymar. Più che abbassarci lo stipendio si trattava di cercare una formula alternativa di pagamento. Il club ci disse che era una buona idea, ma sorsero altri problemi“. Il difensore del Barcellona ha anche fatto una ulteriore dichiarazione proprio sul brasiliano: “Quando scelse il Psg tutti noi dicemmo a Ney: Stai andando in una prigione d’oro ma non troverai felicità. Nel calcio tutto può succedere e la porta del Barcellona è sempre aperta per lui“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *