Calciomercato Milan: Gazidis vuole investire su giocatori d'esperienza

Il Milan deve rinforzarsi per crescere e migliorare e questo lo sa molto bene l’Amministratore delegato rossonero Ivan Gazidis. Il dirigente, in un momento particolarmente difficile per la squadra e per l’attuale allenatore Stefano Pioli, ha fatto il suo personale punto: “Elliott vuole riportare il Milan al vertice del calcio italiano e mondiale e non metterci 15 anni. L’impegno è incessante, avremo successo“.

Il dirigente del Milan ha proseguito: “Io sono un privilegiato e farò di tutto per far tornare questo club sulla strada giusta. Lavoreremo la metà se lavoreremo insieme e se sapremo superare i momenti difficili. Ripristineremo l’orgoglio del Milan. Vogliamo essere un club innovativo per far essere orgogliosi i nostri tifosi. Ci vorrà tempo, sarà difficile e noi dobbiamo cambiare atteggiamento. Abbiamo una proprietà che vuole farlo perché le tempistiche non sono irraggiungibili. Per questo motivo sono entrato nel club perché questa è una sfida bella, unica, nel calcio mondiale. Ci credo e vedo come un’occasione incredibile nella mia vita. Credo nella forza di questo club e nel suo significato“.

Gazidis ha anche sottolineato: “La strategia per tornare grandi? Investire in giocatori giovani con gli anni migliori da vivere e che possono diventare giocatori di primo livello. Bennacer, Leao, Paquetà, Piatek. Siamo una delle squadre più giovani ma investiremo in leader d’esperienza che possano guidare i giocatore nella crescita come abbiamo fatto con Higuain ad esempio. Maldini e Boban stanno facendo un ottimo lavoro, siamo tutti impazienti ma ci vorrà tempo. Questo è l’unico modo in cui il club può migliorare. Se bruceremo i nostri soldi su giocatori in declino, il club peggiorerà sia sotto il piano finanziario che quello sportivo. Questo non è accettabile. Stiamo abbracciando una strada difficile ma chiara, che riporterà il club alla salute finanziaria. Abbiamo un monte ingaggi alto per i giocatori, che genera perdite. Dobbiamo riportare sotto controllo il monte ingaggi e migliorare le performance“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *