Calciomercato Milan: Maldini pronto a lasciare senza un progetto

Il Milan va a fondo, ma Paolo Maldini, storico campione della squadra e ora dirigente rossonero, non vuole essere protagonista in negativo del momento buio della società. In estate sono state fatte delle scelte, ma a questo punto appare chiaro che certe decisioni non sono state solamente il frutto dell’ex numero 3 rossonero.

Maldini ha dichiarato: “Questo periodo è delicato, ma fa parte del processo di crescita perché tre cambi di proprietà in pochi anni hanno minato questa squadra. La presenza mia e di Boban è una garanzia per tornare competitivi velocemente: se Elliott vuole farlo tra 15 anni, non ci saremo noi nell’area sportiva“.

Il Direttore tecnico del Milan ha anche aggiunto: “Non ci aspettavamo di cambiare allenatore, ma è stata una decisione condivisa col club che dovevamo prendere. Una scelta che è meglio prendere a inizio stagione piuttosto che a metà. Questo è un periodo delicato, abbiamo ereditato una squadra con un grave passivo e abbiamo fatto un mercato a zero dopo essere stati banditi dall’Europa anche per le gestioni precedenti. Il cammino è molto difficile. Ci vuole tempo per tornare al successo e la mia storia al Milan è pesante. Il fatto che ci sia anche Boban con me fa capire che non vogliamo aspettare dieci anni per tornare a grandi livelli e la nostra presenza dovrebbe garantire tempi ragionevoli per essere competitivi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *