Barcellona: Neymar costretto a rimanere a Parigi

Il Barcellona ha un grande sogno, quello di riportare in terra catalana l’attaccante Neymar. Il giocatore, messo al bando direttamente dal proprietario del Paris Saint-Germain Nasser Al-Khelaifi, è rimasto a Parigi solo per la mancanza di tempo nella chiusura della trattativa con il club iberico.

Un vantaggio o uno svantaggio? Sicuramente il PSG avrebbe voluto monetizzare la cessione del calciatore per il quale, invece, il Barcellona era pronto a ribattere con una serie di cartellini. Il cash era troppo poco e così l’operazione è definitivamente saltata: attenzione però al futuro perchè le parti starebbero tutt’ora trattando per chiudere, forse, già a gennaio.

Nel frattempo proprio il calciatore brasiliano, dopo i tanti rumors di mercato estivi, ha deciso di prendere la parola per commentare personalmente quanto è stato scritto sulla vicenda: “Tutti sanno che volevo andare via, l’avevo chiarito. Non entrerò nei dettagli delle negoziazioni, tutti qui sanno ciò che è accaduto. Non ho nulla contro il Psg e i suoi tifosi. Se non ti senti bene nel tuo lavoro, ne cerchi un altro. Erano motivi personali, avevo le mie ragioni per andarmene, sfortunatamente non me lo hanno permesso. E’ la prima e ultima volta che ne parlo, ora penso solo al Psg“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *