Napoli - Feralpisalò 5-0

DIMARO

Pokerissimo del Napoli contro il Feralpisalò (Lega Pro) nella seconda amichevole stagionale.  Dopo la sconfitta contro il Benevento, arriva la prima vittoria per i campani, frutto delle reti di Manolas, Verdi (2), Tonelli e Tutino. Tutti aspettavano Insigne e Mertens ma hanno avuto la conferma che il fiore all’occhiello della campagna acquisti 2019/20 è un pezzo da 90, sia nella propria metà campo che in quella avversaria. Manolas, osservato speciale in casa partenopea, ha sbloccato il risultato e dato affidabilità al reparto con personalità nelle uscite e puntualità negli interventi. Meno incisivo l’altro nuovo acquisto, il terzino Di Lorenzo: tanta spinta sulla destra ma poca precisione nel cross. Gaetano, mastino nei panni di Allan, si è posizionato al fianco di Zielinski che, a parte qualche sortita offensiva, è restato in mediana gestire geometricamente il pallone.

NEL NOME DEL GRECO

Ancelotti sceglie Mertens dal primo minuto come punta centrale. Sulle corsie esterne, Callejon (a destra) e Insigne (a sinistra). La posizione di Younes, che si alterna tra il ruolo di rifinitore e quello di seconda punta, porta il modulo a fluttuare tra il 4-4-2 e il 4-2-3-1.

In difesa Manolas, orfano per ora del compagno di reparto Koulibaly, valuta la “comodità” della nuova casacca al fianco di Maksimovic. E a quanto pare il greco si sente incredibilmente a suo agio con la maglia azzurra: cinque minuti di gioco, infatti, ed è lui a portare in vantaggio i partenopei con un colpo di testa su punizione di Mario Rui. Sia il portoghese che Di Lorenzo, difensori di fascia con licenza di offendere, si trovano con frequenza nella metà campo avversaria ma è tutta la squadra campana che, su indicazioni di Ancelotti, pressa alto gli avversari con lo scopo di recuperare palla il più lontano possibile dalla propria area. Il Feralpisalò, tuttavia, riesce a pungere alla fine del primo tempo con un destro a incrociare di Ferretti: molto bravo Contini a deviare di piede.

GOLEADA NELLA RIPRESA

I primi cambi allungano le squadre e la differenza di categoria si sente ancora di più: in 9 minuti il Napoli segna tre volte. Protagonista Simone Verdi, autore di una doppietta (al 7’ e al 16’), in entrambe le occasioni su assist di Insigne. In mezzo non poteva mancare la rete di Tonelli con il più classico degli inserimenti in area avversaria su azione di calcio d’angolo: colpo di testa e gol al 13’. Chiude la sfida Gaetano Tutino al 38’, resistendo al corpo a corpo con il difensore Legati e depositando in rete dall’interno dell’area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *