Sara Gama: Futuro roseo per il calcio femminile

Ci sono momenti, nella vita, che indicato un punto d’arrivo o di partenza; probabilmente i mondiali di calcio femminili che si sono disputati in Francia sono stati il trampolino di lancio per una realtà che potrebbe essere finalmente pronta per fare il salto di qualità, verso quel ‘professionismo’ o ‘semi professionismo’ che tutte le giocatrici si augurano.

La capitana della Nazionale azzurra e della Juventus Women, Sara Gama, è stata intervistata da “Gazzetta.it” per alcune importanti considerazioni: “Il calcio è uno dei luoghi di potere, che spesso sono appannaggio di uomini, dove si fa fatica a far spazio a qualcuno di nuovo. Noi aspettavamo una opportunità e quando è arrivata abbiamo potuto mostrare quello che siamo sempre state. Ora tutti insieme dobbiamo contribuire a costruire un futuro sempre migliore“.

Il difensore centrale, portavoce di un intero movimento, ha anche aggiunto: “Il Mondiale ha fatto scoprire le potenzialità del calcio femminile, mi piace pensare che il futuro sia roseo. Bisogna pensare a introdurre il professionismo, come avviene in altri paesi. Ho giocato in Francia e là esiste, le formazioni di vertice sono di altissimo livello. Il nostro movimento ha un alto livello tecnico e questo è stato compreso da chi ci ha visto giocare. Negli Stati Uniti che hanno vinto il Mondiale dal 1972 lo sport femminile è equiparato a quello maschile“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *