Shock Palermo Calcio: Sentenza Figc retrocede i rosanero in Serie C

Club penalizzato per illecito amministrativo, Zamparini non è stato deferito

Per il Palermo, che sul campo aveva conquistato il diritto di partecipare ai playoff per la Serie A, arriva una doccia gelata che in Serie B provoca un clamoroso ribaltone. La società rosanero è stata retrocessa all’ultimo posto della classifica di Serie B per illecito amministrativo e questo ne causa la conseguente retrocessione in Serie C.

Ecco dunque arrivare la sentenza del Tribunale Federale Nazionale della Figc in merito all’illecito amministrativo contestato dalla Procura alla società siciliana. Lo stesso tribunale ha dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ex presidente del Palermo Maurizio Zamparini.

Da questo momento la società rosanero ha due giorni per presentare il ricorso e sperare di cambiare l’esito che si è avuto quest’oggi. C’è dunque un lumicino di speranza per il Palermo che può presentare ricordo in Corte d’Appello entro le prossime 48 ore. Il giudizio definitivo si dovrebbe poi avere entro una decina di giorni e cioè quando avranno inizio proprio i playoff. Situazione quindi caotica che potrebbe togliere equilibrio a un campionato cadetto che già in estate aveva dovuto faticare per essere messo in piedi tanto che la stagione si è disputata con sole 19 squadre.

Intanto la Figc ha confermato, con una nota ufficiale, la sentenza del Tribunale federale che prevede “per la Società US Città di Palermo Spa la retrocessione all’ultimo posto del campionato di Serie B della stagione sportiva in corso 2018/2019” per responsabilità diretta in illeciti amministrativi riguardanti le stagioni 2014-2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *