Serie A: Sassuolo-Sampdoria 3-5, fuochi d'artificio al Mapei Stadium

Quagliarella e compagni si mangiano i neroverdi emiliani

REGGIO EMILIA- Giampaolo contro De Zerbi, simboli di una generazione di allenatori che amano dare una precisa impostazione di gioco alle proprie squadre, un’impronta chiara votata all’attacco. E infatti i gol non sono mancati in Sassuolo-Sampdoria: un 5-3 a favore degli ospiti che lascia pochi dubbi su quale delle due formazioni abbia interpretato il match nella maniera corretta. De Zerbi rischia Di Francesco esterno a tutta fascia con Djuricic, Boga e Berardi a completare il quartetto offensivo: i pericoli per il suo Sassuolo nel primo tempo arriveranno tutti da quella corsia. Giampaolo sceglie Defrel come trequartista: sarà la mossa tattica decisivi ai fini del successo.

FUOCHI D’ARTIFICIO- Padroni di casa subito in difficoltà: la Sampdoria prende campo già nei primi minuti di gioco. La rete firmata da Defrel è solo la logica conseguenza di quanto messo in campo dalle due squadre. Di pregevole fattura la manovra che ha portato al vantaggio blucerchiato, conclusa da una sponda di testa del bomber Quagliarella per Defrel. L’inserimento dell’ex di giornata è scandito da tempi perfetti e, approfittando di un Peluso fuori posizione, diventa semplice superare Consigli. Siamo al 15′. Due minuti dopo lo stesso Defrel avrebbe sul piede la palla del raddoppio (secondo errore grossolano di Peluso) ma è l’estremo difensore neroverde a salvare il risultato con una provvidenziale uscita. Ci pensa allora il capocannoniere del campionato: incursione di Praet nella metà campo avversaria e scarico per Quagliarella che da fuori area non lascia scampo al numero uno del Sassuolo (36′). I padroni di casa non si arrendono e trovano con Boga il gol che dimezza lo svantaggio: cross basso di Lirola e taglio vincente dell’ex Chelsea. Neppure il tempo di esultare e arriva la rete del 3-1: questa volta é Linetty a colpire con un tiro preciso che si insacca alla destra di Consigli.

ANCORA GOL- Lo spartito non cambia a inizio ripresa: meno di un minuto e Praet, al volo, porta a quattro le marcature doriane. Duncan al 18′ rende leggermente meno amara la sconfitta con il pallone del 4-2 ma ci pensa Gabbiadini, su assist di Linetty, a riportare la distanza tra le due squadre a tre gol. A tempo ormai scaduto Babacar chiude il match con un destro da fuori area imparabile per Audero. I ragazzi di Giampaolo continuano così la loro corsa verso un posto in Europa League, quelli di De Zerbi avranno due settimane per meditare sull’approccio a una gara che li ha visti uscire sconfitti sotto tutti i punti di vista, non solo per il risultato.

IL TABELLINO
SASSUOLO-SAMPDORIA 3-5
Marcatori: 15′ p.t. Defrel (S), 36′ p.t. Quagliarella (S), 38′ p.t. Boga (Ss), 39′ p.t. Linetty (S), 1′ s.t. Praet (S), 18′ s.t. Duncan (Ss), 28′ s.t. Gabbiadini (S), 48′ s.t. Babacar (Ss)
Sassuolo (3-4-3): Consigli; Demiral, Peluso, Ferrari; Lirola, Duncan, Sensi, Di Francesco (1′ st Babacar); Berardi, Djuricic (1′ st Locatelli), Boga. A disposizione: Satalino, Pegolo, Marlon, Magnanelli, Lemos, Scamacca, Sernicola, Raspadori, Magnani, Adjapong). All.: De Zerbi.
Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Linetty, Ekdal (42′ st Viera), Praet; Defrel (22′ st Jankto); Gabbiadini, Quagliarella (39′ st Sau). A disposizione: Rafael, Belec, Sala, Tavares, Ferrari, Tonelli. All.: Giampaolo.
Ammoniti: Duncan (Sas), Gabbiadini (Samp)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Dionisi

(L’Inviato: Pietro Razzini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *