Sinisa Mihajlovic sconvolge il mercato del Bologna

Il nuovo tecnico cambia le strategie dei rossoblu: già in arrivo Edera e Lyanco

I primi segnali dell’arrivo sulla panchina rossoblu di Sinisa Mihajlovic si sono visti già dai movimenti di mercato. Simone Edera (22) e Lyanco (21), sono già a Bologna e arriveranno  in prestito secco dal Torino per volere del tecnico . L’esterno offensivo sono già in città per svolgere  le visite mediche di rito per poi mettersi a disposizione del tecnico serbo, probabilmente già nella giornata di domani.

Una sterzata violenta proprio all’ultimo tuffo del mercato ed un ulteriore segnale che la programmazione in casa rossoblu quest’anno ha dimostrato diverse falle.

In un mese sono girati innumerevoli nomi poi alla fine si è deciso tutto in questi ultimi due giorni convulsi di mercato con diversi nomi a sorpresa. Ci si aspetta un’altra giornata piena di contatti e movimenti in quanto Sinisa Mihajlovic ha fatto capire di voler intervenire piuttosto pesantemente sulla linea di condotta finora operata dal punto di vista tecnico.

Tra giocatori che nelle sue intenzioni vorrebbe rivalutare ( vedi Destro), giocatori che ha avuto alle dipendenze ( vedi Soriano) e quelli che ha chiesto lui ( appunto Edera e Lyanco) la idea che sta prendendo corpo è quella di costruire un Bologna totalmente diverso da quello che finora si è visto in campo.

Vista la classifica e soprattutto alla luce della partita con il Frosinone non si può dare certo torto al tecnico serbo. In fondo la sua missione è proprio quella di dare una sferzata decisa a un gruppo apparso decisamente poco competitivo in serie A.

Al di la dei proclami e delle scelte del momento per riuscire a raggiungere la salvezza è necessario avere idee chiare e soprattutto compattezza negli intenti con una presenza della società decisamente più direttiva di quella che finora  ha dimostrato di essere.

Più che guardare gli avversari ora occorre ottenere più punti possibili a cominciare dal confronto di domenica con l’Inter che come ha detto lo stesso Sinisa Mihajlovic non è così proibitivo anche alla luce della situazione attuale dei nero azzurri.

Ora è veramente una lotta contro il tempo. Diciassette sono le partite rimanenti : i punti sulla terz’ultima (Empoli) sono solo tre. Ovvio che l’obiettivo salvezza che a settembre sembrava praticamente scontato ora appare come un montagna da scalare. Però francamente mettendo a confronto gli organici delle cinque squadre in fondo alla classifica se il Bologna retrocedesse  si potrebbe tranquillamente parlare di suicidio sportivo.

In questo ultimo giorno di mercato ci si aspetta quindi qualche movimento di mercato soprattutto in uscita ma con Sinisa Mihajlovic in agguato tutto ormai è diventato possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *