Chievo Verona: Pellissier vuole continuare a giocare

Il gol segnato in campionato contro la Lazio ha fatto capire a Sergio Pellissier che per lui non è ancora arrivato il momento di appendere gli scarpini al chiodo. L’attaccante aostano, classe 1979, non è più un ragazzino, ma si infastidisce quando si comincia a parlare del giorno in cui dovrà dire addio al calcio giocato.

Il capitano del Chievo ha raccontato il suo pensiero sul possibile ritiro: “A volte ci ho pensato, credo che quando ti impegni tanto in un cosa e vorresti che apprezzassero quello che fai ma vedi che sei sempre l’ultimo ti chiedi cosa ci stai a fare. Però non ho mai mollato e non mollerò mai, voglio sempre dimostrare qualcosa a quelli che dicono che sono vecchio, non devo essere loro a decidere“.

Il giocatore, con tanta esperienza sulle spalle, ha anche regalato un pensiero sulla vicenda legata all’arrivo e ai saluti del tecnico Giampiero Ventura: “Meglio avere un allenatore che crede in te, piuttosto che uno molto bravo ma che non crede in te. I ragazzi hanno capito che non era colpa loro se è andato via, ma che è stata una scelta sua. È una scelta da rispettare, ma non è finita perché non arrivavano i risultati. Retrocederemo? Pazienza, ma come Chievo“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *