Serie A, Parma: tolto il -5 al club Ducale e sconto per Calaiò

La Caf della Figc ha deciso di multare il club emiliano per il caso sms e di squalificare l’attaccante solo fino al 31 dicembre. Ecco quanto emerge a seguito delle decisioni della Corte d’appello federale che di fatto ha stravolto ogni cosa a seguito del ricorso presentato dalla stessa società emiliana in merito al caso sugli sms prima della sfida con lo Spezia dello scorso campionato cadetto.

Dunque il Parma inizierà la prossima Serie A senza penalizzazione, mentre per Emanuele Calaiò, attaccante protagonista dei tanto discussi messaggini pre-partita, è arrivata una buona notizia con la riduzione della squalifica da due anni a soli cinque mesi. Al Parma è stata comminata una multa di 30.000 euro e al giocatore uno stop fino al 31 dicembre e 20mila euro multa.

Il Tfn aveva invece deciso che il Parma dovesse iniziare il campionato con una penalizzazione di cinque punti. Così è stato respinto il ricorso presentato dal Palermo del patron Maurizio Zamparini che puntava a raggiungere la Serie A in extremis. Ovviamente grande soddisfazione da parte del club emiliano che potrà iniziare la stagione alla pari con tutte le altre protagoniste del campionato maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *