Juventus: Khedira vede lo scudetto, Napoli più lontano

A Torino sicuramente ci sarà chi sta facendo gli scongiuri, ma a sei giornate dal termine campionato e con sei punti di vantaggio sul Napoli per la Juventus lo scudetto appare decisamente più vicino. I bianconeri, dopo il 3-0 rifilato alla Sampdoria sono ora in attesa della prossima sfida di campionato che metterà difronte la compagine torinese al Crotone.

Nel frattempo uno dei protagonisti della sfida di Torino contro i blucerchiati, per aver segnato anche una rete, Sami Khedira, ha parlato della situazione sottolineando: “La stagione non è finita, è in momenti difficili come questo che devi dimostrare di essere una grande squadra, sarà importante il fattore mentale. I primi due giorni soffri, dal terzo devi essere pronto ad andare oltre. Nessuno ha mai vinto sette scudetti o quattro coppe Italia di fila, proviamoci. Il Napoli? È forte e non si arrende mai: hanno un grande carattere e grandi giocatori“.

Il centrocampista tedesco ha anche aggiunto un ulteriore pensiero sulla partita contro il Real Madrid: “Anche a mente fredda è dura, abbiamo fatto una prestazione incredibile, che nessuno si aspettava. Abbiamo mostrato di essere una delle migliori squadre d’Europa. Ma così va il calcio, accettiamo il verdetto, facciamo i complimenti agli avversari e pensiamo allo scudetto e alla Coppa Italia. Se cerchiamo scuse o ci lamentiamo non ci sarà d’aiuto. Il rigore dato al Real Madrid? In una partita così importante e all’ultimo minuto deve essere sicuro al 101% che sia fallo per concederlo. Dal campo non ero sicuro che fosse fallo, l’avrò rivisto una ventina di volte e mi sono concentrato sull’arbitro: non era sicuro, ha tentennato due-tre secondi prima di fischiare. Per questo Buffon, Chiellini e gli altri hanno reagito così ma è normale se vivi il calcio con passione: se non fosse così, sarebbe meglio ritirarsi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *