PSG: Al-Khelaifi indagato per corruzione

L’acquisto di Neymar dal Barcellona per 222 milioni di euro, e l’arrivo dal Monaco dell’altro attaccante, il francese Kylian Mbappè, hanno insospettito e non poco gli organi di controllo per quel che riguarda il Fairplay finanziario tanto che la società è stata messa nel mirino con l’apertura di un fascicolo.

Ma come se non bastasse, ecco piovere sul bagnato perchè per il presidente del Paris Saint-Germain, Nasser Al-Khelaifi, sarebbe arrivata un’altra brutta notizia: il numero uno del club parigino, infatti, sarebbe indagato dalle autorità giudiziarie svizzere per corruzione nel quadro delle trattative per i diritti tv dei mondiali di calcio.

Il presidente del PSG sarebbe finito nel mirino delle autorità insieme alla catena di emittenti sportive “BeIn Media”. Oggi sarebbe stata perquisita la sede parigina della tv BeIN Sports France con l’inchiesta che, secondo quanto emerge, avrebbe avuto avvio lo scorso 20 di Marzo. Nel mirino ci sarebbe anche Jerome Valcke, ex segretario generale della Fifa. Le ipotesi di reato parlerebbe di “corruzione, truffa, comportamento sleale e falso“. Al-Khelaifi sarebbe sospettato per le edizioni dei Mondiali del 2026 e del 2030, mentre Valcke avrebbe un collegamento anche con le edizioni del prossimo anno in Russia e del 2022.

Categorie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *