Atalanta: Gomez ha parlato dei suoi rimpianti

Alejandro Gomez ha vissuto gran parte della sua carriera in Italia, raggiungendo importanti traguardi. Ora, però, dopo anni in giro tra Italia ed estero, il “Papu” sembra aver trovato la propria dimensione con la maglia dell’Atalanta. Con gli “Orobici” il trequartista si sta togliendo grandi soddisfazioni anche se il suo passato nasconde alcuni rimpianti.

Potevo indossare la maglia azzurra, Ventura mi parlò e c’era questa possibilità. Poi scoprimmo quella norma del regolamento Fifa e avendo giocato con l’Under 20 non avrei potuto indossare la maglia azzurra. Ci rimasi male, era il mio sogno perché dopo tanti anni trascorsi qui mi sento italiano, questa nazione è casa mia“, ha detto il campione argentino.

Gomez ha poi aggiunto: “Quello dell’Atalanta è un ambiente tranquillo che nulla ha da invidiare ai top club italiani. E’ un’oasi di tranquillità. I mancati trasferimenti passati? Due su tutti, Atletico Madrid e Inter. Senza dimenticare Fiorentina, Milan, Lazio. L’Atletico è il rimpianto più grande, nel 2014 vinse la Liga. La scorsa estate vicino al Milan? Vicino vicino mai… mentre sono stato ad un passo dalla Lazio. Il difensore più forte? Ho sempre faticato tantissimo con Roncaglia. Futuro? Quest’anno resto qui di sicuro, ma la prossima stagione chi lo sa“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *