24 anni fa' scompariva Scirea, indimenticato campione.

Scirea-Juventus

 

A distanza di molti anni resta vivo il ricordo di quello che Bearzot aveva definito “il più grande libero di tutti i tempi”.

Nato a Cernusco sul Naviglio il 25 maggio del 1953, Gaetano Scirea divenne ben presto pilastro difensivo della Juventus e della Nazionale Italiana Campione del Mondo 1982.

Il 3 settembre 1989, incaricato da Dino Zoff di osservare un incontro di campionato del prossimo avversario dei bianconeri nel primo turno della Coppa UEFA 1989-90,  Scirea si recò in Polonia e lì perse la vita.

Durante il viaggio di ritorno verso Varsavia dove avrebbe dovuto prendere il volo per Torino l’auto su cui era a bordo fu tamponata da un furgone, prendendo fuoco rapidamente anche a causa di quattro taniche di benzina stipate nel bagagliaio e utilizzabili in caso di necessità.

Nel corso degli anni sono state tante l’iniziative in memoria di un grande calciatore che ha lasciato segni indelebili nel calcio italiano e in tutto il mondo dello sport dello Stivale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *