Milan: Dolore presente, speranze future

galliani_milan

 

Oguchi Onyewu dal suo arrivo in rossonero ha stentato ad entrare nelle simpatie della tifoseria milanista. A Milano, per una retroguardia da reinventare, ci si sarebbe aspettati difensori di ben altro blasone. Nemmeno Leonardo, che fino ad ora ha concesso allo statunitense solo trenta minuti di campo contro lo Zurigo, sembra non avere intenzione di schierare questo difensore centrale dal gioco non elegante ma efficace, abile nell’anticipo e dalla grande prestanza fisica che lo rende pressochè insuperabile nel gioco aereo.

Ora però l’americano si è infortunato e starà fuori dai 4 ai 5 mesi. Nella gara tra Stati Uniti e Costa Rica Onyewu si è accasciato a terra. La diagnosi: strappo del tendine rotuleo del ginocchio sinistro e rientro previsto non prima di febbraio.

Il Milan, come detto, non ha mai avuto intenzione di puntare su di lui, eppure la sua assenza ora potrebbe pesare. Il brasiliano Thiago Silva, fortunatamente per il club di via Turati, sta per tornare a disposizione e Nesta rappresenta una solida garanzia, mentre Bonera, alle prese con la pubalgia, sembra quasi uscito dal tunnel e presto dovrebbe riaggregarsi al gruppo. Comunque, aldilà del muro rossonero, la panchina per ciò che concerne i centrali difensivi non offre ricambi di valore. Ora che Onyewu non è più a disposizione vanno però fatte alcune considerazioni su scelte poco condivisibili. Ad esempio va esaminata la scelta di Leonardo di tenere fuori dalla lista Champions il sempre affidabile Favalli a favore di ben 4 portieri. Considerato l’imminente ritorno di Abbiati, ne sarebbero forse bastati tre.

Tornando ancora ai singoli difensori troviamo ancora Kakha Kaladze che nel ruolo di vice in difesa non ha convinto. Comunque, dopo il georgiano c’è il vuoto più assoluto ed una serie di terzini difficilmente adattabili in caso di emergenza. Persino il Primavera De Vito, della lista B, è un giocatore di fascia. Considerato il Tour de Force che attende il Milan, ai tifosi rossoneri non resta che incrociare le dita. Il D.g. Adriano Galliani, furibondo con la nazionale americana per l’infortunio occorso ad Onyewu, a questo punto appare intenzionato a tornare nuovamente sul mercato alla ricerca di un sostituto. Secondo alcune indiscrezioni, l’obiettivo rossonero sarebbe il diciannovenne Sebastien Corchia, difensore centrale e all’occorrenza terzino destro. Sebastien, ritenuto l’astro nascente del calcio transalpino, nella stagione 2008/2009 ha firmato il suo primo contratto da professionista legandosi al club del Le Mans. Già seguito nella passata stagione anche dalla Juventus, in patria Corchia viene considerato come il nuovo Thuram. Per velocità, classe, tempismo e abilità nel gioco aereo viene accostato all’ex difensore di Parma e Juventus. Il giocatore avrebbe una valutazione che si aggirerebbe intorno ai 5 milioni di euro. In attesa della riapertura del mercato invernale e che la società torni ad investire fortemente su giocatori di valore, i tifosi incrociano le dita nella speranza di vedere la formazione rossonera presto rinforzata negli uomini e nello spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *