Serie A

Il Bologna non sta certo attraversando un buon momento. La squadra guidata in panchina da Roberto Donadoni non riesce a vivere una certa continuità di risultati. Dopo un periodo positivo, che aveva portato i rossoblù a raggiungere la decima posizione in classifica, ecco arrivare una fase decisamente nera.

Quattro sconfitte consecutive, di cui tre in casa con squadre di blasone come Napoli, Milan e Inter, hanno portato la squadra felsinea a perdere le proprie certezze fino a scivolare alla sest’ultima posizione della classifica di Serie A. Ma nonostante questo la società sembra intenzionata a proseguire nel proprio percorso con l’attuale allenatore.

L’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci, ha infatti parlato dell’attuale momento rossoblù: “Dobbiamo riprendere certezze, continuare a lavorare e trovare risultati che ci diano fiducia. Ritengo che presto usciremo da questa situazione di crisi, abbiamo un futuro importante davanti“.

La Juventus si avvicina alla sfida di Champions League contro il Porto con la fame di chi vuole raggiungere la finale di Cardiff il prima possibile. I bianconeri vogliono tornare ad alzare il trofeo che ormai manca dalla bacheca della “Vecchia Signora” da troppo tempo.

Un successo che la squadra guidata da Massimiliano Allegri potrebbe raggiungere, almeno questo è il pensiero del laterale brasiliano juventino Dani Alves. Questi, parlando della coppa dalle grandi orecchie ha dichiarato: “Avevo bisogno di una nuova sfida. Io sono un vincente, così come lo è la Juventus. Qui puoi sempre imparare e lottare per vincere. Sono felice. Abbiamo le qualità per arrivare in fondo in Champions League, ma bisogna dirlo a bassa voce: c’è molta superstizione“.

Parole dure poi per il Barcellona sua ex squadra: “Lasciare il Barcellona a parametro zero fu un colpo di classe. Negli ultimi tre anni figuravo sempre tra i partenti, anche se la società non mi diceva nulla. Con me furono falsi e ingrati, non mi rispettarono. Sono un giocatore a cui piace essere amato e apprezzato. Se non mi vogliono, me ne vado. Mi offrirono il rinnovo solo dopo la squalifica dal mercato inflitta dalla Fifa. Solo allora firmai, ma con la clausola di potermene andare a costo zero. La dirigenza del Barça non sa trattare i suoi giocatori. E’ bello vincere i titoli ma, come dicono nel film Cars, sono solo coppe vuote. Vincere tanti titoli non ti rende una persona migliore nè ti dà la felicità. Ti porta solo ad una vita falsa“.

In casa Napoli c’è grande voglia di riscatto dopo la caduta patita in Champions League contro il Real Madrid. La formazione partenopea, che al “Santiago Bernabeu” ha perso per 3-1, aspetta la gara di ritorno con l’intenzione di rimontare le “merengues” guidate da mister Zinedine Zidane.

Nel frattempo ecco spuntare i pensieri di chi a Napoli è solo da qualche mese, il centrocampista Amadou Diawara. Quest’ultimo, arrivato a Castelvolturno in estate, ha già preso confidenza con tutto l’ambiente ed è soddisfatto di quanto fatto in questi primi mesi in maglia azzurra.

A confermarlo il suo agente, Daniele Piraino, che ha dichiarato: “Mister Sarri è stato ed è fondamentale nella crescita di Amadou: ha saputo gestirlo sin dall’inizio curandone l’inserimento nei propri schemi in maniera attenta ed il tempo gli ha dato ragione. Amadou arriva alla gara di Madrid al massimo della sua forma fisica e mentale e gran parte del merito è di Sarri che lo ha perfettamente inserito nei meccanismi tattici del Napoli. Amadou si è innamorato da subito della città e dei napoletani: conosce bene la storia calcistica del Napoli e sa di dover fare sempre il massimo per ripagare la fiducia che gli è stata concessa“.

Lo stadio della Roma potrebbe diventare un problema più grande di quanto si potesse immaginare. La situazione del progetto della “nuova casa” della formazione giallorossa nonostante l’ok ricevuto dalla sindaca Raggi non sembra certo essere delle migliori, tanto che in questi giorni c’è chi continua a pensare a un possibile addio del presidente James Pallotta nel caso in cui le cose non dovessero andare per il verso giusto.

Intanto a fare chiarezza ci ha pensato il Direttore sportivo della Roma, Mauro Baldissoni, che ha spiegato: “Il rinvio? Noi non abbiamo mai voluto commentare pubblicamente quello che è stato detto in questi mesi perché abbiamo voluto mantenere un profilo istituzionale. Abbiamo parlato con gli organi ufficiali, con autorità competenti come con il Comune di Roma e la Conferenza dei Servizi. Ma è difficile restare in silenzio perché sono state dette una quantità industriale di sciocchezze da persone che non hanno mai visto il progetto. Ma vogliamo proseguire su questa linea, vogliamo continuare a parlare con gli organi competenti che devono continuare a fare il proprio lavoro senza condizionamenti pubblici urlati a destra e sinistra“.

Il dirigente ha poi aggiunto: “Ho ricevuto una miriade di messaggi in questi giorni dalle persone comuni, dai tifosi, che non hanno capito e si sono fatti delle domande. Mi hanno chiesto come mai un impianto pieno d’amianto, in un luogo degradato meriti improvvisamente una tale protezione da impedire un investimento da 2 miliardi di euro sulla città che porterebbe una riduzione della disoccupazione dello 0,8% su basa annua. Esiste un limite di tempo oltre il quale la Roma non andrà? Noi continueremo a rispettare le leggi. Il progetto che è stato presentato è stato guidato dalle leggi dello Stato e noi continueremo a fare tutti i passi necessari, e giudiziari se servirà, fino a che l’ultimo passaggio istituzionale non sarà esaurito. Continueremo a portare avanti questo progetto nel quale sono già stati investiti più di 60 milioni di euro“.

Calciomercato

Il futuro è di chi riesce a farlo suo. Ecco perchè la Juventus sta lavorando sul mercato che verrà e sulle operazioni in entrata che potranno permettere alla squadra torinese di essere sempre più ai vertici del calcio internazionale. E' questo il progetto bianconero, un progetto avviato insieme alla nascita dello "Juventus Stadium". E così ecco spuntare indiscrezioni riguardanti quelle che con ogni probabilità saranno le prossime mosse di mercato dell'Amministratore delegato juventino Beppe Marotta. Questi, come sempre supportato dal Direttore sportivo bianconero Fabio Paratici, starebbe cercando di trattare l'acquisto di un nuovo giocatore d'attacco. Stiamo parlando dell'ex udinese e Barcellona Alexis Sanchez. Il giocatore, attualmente in forza all'Arsenal, starebbe seriamente valutando la possibilità di lasciare la formazione londinese magari proprio per fare ritorno nel campionato che lo ha fatto conoscere a livello internazionale. Il cileno sarebbe nei piani della "Vecchia Signora" che sarebbe daventi a tutti per riuscire ad assicurarselo.

Estero

Neymar Jr., fenomeno del Barcellona, potrebbe essere costretto ad uno stop "forzato". L'Alta Corte di Madrid, infatti, ha respinto l'appello presentato da Neymar contro l'accusa di frode e corruzione che gli era stata imputata alcuni mesi fa. Il brasiliano, fuoriclasse della formazione blaugrana, così come anche il padre-manager, rischiano due anni di carcere e una multa di 10 milioni di euro. La notizia ovviamente non poteva che fare il giro del Mondo e preoccupare oltre che il diretto interessato anche tutta la tifoseria del Barcellona. La denuncia di DIS, fondo d'investimento che deteneva il 40% del cartellino del giocatore, ha fatto scattare un'indagine per accertare la presenza di eventuali contratti nascosti tra il Barcellona e il Santos, club che vendette proprio Neymar agli spagnoli. Al tempo la società iberica aveva annunciato l'acquisto del sudamericano per la cifra di 57,1 milioni di euro, di cui 40 alla famiglia e 17,1 divisi tra il Santos e il fondo DIS, ma a seguito di indagini l'importo reale sarebbe stato quantificato in 83,8 milioni di euro, frutto di una serie di contratti nascosti stipulati tra le due società calcistiche per aggirare il fondo d'investimento. Oltre a quello di Neymar sono stati respinti anche gli appelli del club, del padre-manager della punta, della madre Nadine Gonalvez da Silva, dell'azienda di famiglia N&N., del presidente del Santos, Odilio Rodrigues e dell'ex n.1 del Barcellona, Sandro Rosell.

Gossip

Dopo il siparietto Matri-Nargi, anche il difensore della Juventus e della Nazionale scherza con un post su instagram della moglie Martina Maccari.

Bonucci ha commentato una foto che ritrae la notevole scollatura della moglie scrivendo: “Sono finte! #Escile”.

I social hanno sicuramente contribuito ad avvicinare i tifosi ai propri idoli, e questi simpatici sketch a cui anche i giocatori più importanti e famosi si prestano fanno sicuramente bene al rapporto tra tifosi e campioni. Solo qualche anno fa era impensabile un’interazione anche solo minimamente vicina a quella che abbiamo oggi con quasi tutti i giocatori della Serie A.

Per una volta i social sono usati in maniera divertente e non generano inutili polemiche.

Questo intervento di Bonucci inaugura quello che è un vero e proprio trend, e quindi sorge spontaneo chiedersi, chi sarà il prossimo burlone?

Il calcio in Europa regala momenti di grande spettacolo, ma ancora di più è lo spettacolo che offrono i vip del calcio, i grandi top players o gli ex, come per esempio Christian Vieri. L’indimenticato campione di Juventus, Lazio e Inter torna a far parlare di se.

Il modo? Il più semplice di tutti, tramite il gossip. In effetti c’è chi si domanda che fine abbia fatto la bella Jazzma Kendrick che agli europei di Francia era stata vista proprio in compagnia del Bobo Nazionale. L’ex giocatore ha postato sue foto nel tempo libero in compagnia degli amici, ma non della modella di colore con la quale avevamo iniziato a vederlo.

Secondo qualcuno l’assenza di Jazzma dagli scatti di Vieri potrebbero essere un segno che la storia tra i due sia arrivata al capolinea. La modella, almeno vedendo le sue foto su Instagram, sembra essersi rifatta una vita. Dunque dell’estate passata più neppure un sentore. I due hanno mantenuto un silenzio d’oro.

Ricardo Kakà, grande ex del calcio europeo, ma soprattutto di Milan e Real Madrid, in quest’ultimo periodo ha fatto parlare di se grazie alla sua nuova fiamma, la bella Carolina. Si tratta di una splendida musa che l’ex trequartista potrebbe avere conquistato con la sua gentilezza e le sue buone maniere.

Insomma, ormai non è più un segreto: un anno e mezzo dopo il divorzio Kakà ora ha una nuova ragazza e risponde al nome di Carolina Dias. Lei, modella di ventitre anni, è brasiliana ed è biondissima. Una gioia per l’ex rossonero che starà sicuramente godendo del momento più che pensare al matrimonio andato in frantumi.

Carolina ha curve perfette e un sorriso che illumina: proprio quel che ci voleva per Ricardo. La bella ragazza sudamericana e l’ex giocatore del Milan e delle “Merengues” vengono considerati come una delle coppie più belle di Instagram.

Mario Balotelli fa parlare di se, ma non solo da un punto di vista calcistico. Il ragazzo, che ha trovato la propria dimensione con la maglia dei francesi del Nizza, non dimentica anche la sua vita privata dedicandosi alla piccola Pia, ma anche a Fanny Neguesha.

La nuova vita social di “Super Mario” è quella di un tenero papà visto che l’ex Milan e Inter sul proprio profilo Instagram si è fatto immortalare non solo nelle vesti di calciatore, ma anche come dolce padre di famiglia mentre si prende cura della figlia avuta da Raffaella Fico.

Ma nonostante questo i “rumors” in fatto di gossip parlano di un clamoroso riavvicinamento tra l’attaccante italiano e la sua ex, proprio Fanny Neguesha. Di loro non c’è traccia di scatti, ma la procace mora non disegna da farsi “vedere” sul suo profilo in scatti sexy. Fanny si mostra in biancheria di pizzo viola, in sottoveste nera in camera da letto, in slip e reggiseno rosso fuoco. Chissà cosa starà pensando Balotelli?